• Rocca Massima Rocca Massima Il più alto dei comuni della provincia di Latina
  • Rocca Massima Rocca Massima 735 m dal livello del mare
  • Rocca Massima Rocca Massima Parco della Memoria
  • Rocca Massima Rocca Massima Scopri le meraviglie del nostro Paese

Lo Sperone - Novembre 2018


LA SAGRA DEI MARRONI
tradizione, cultura, divertimento e…altro

La Sagra dei Marroni, giunta alla tredicesima edizione, anche quest’anno ha contribuito a portare nel nostro paese diverse centinaia di visitatori attratti sia dal nostro frutto autunnale che dal nutrito programma di intrattenimento organizzato, sempre in modo impeccabile, dall’Associazione “La Castagna di Rocca Massima” presieduta dall’inesauribile Maurizio Cianfoni. Sfortunatamente, come succede ormai da alcuni anni, il “primo attore” cioè il prelibato “marrone rocchigiano”  anche stavolta non è stato di qualità e di quantità auspicate e questo a causa di una stagione estiva molto piovosa e umida.

I tempi bui della castanicoltura causati dal Cinipide calligeno, l’insetto cinese che stava letteralmente distruggendo i castagneti di tutta Italia, sono quasi al termine perché il suo naturale antagonista, il Torymus sinensis, lo sta pian piano distruggendo. Purtroppo da un paio di anni il “nemico” delle nostre castagne sembrerebbe essere il clima che con le sue bizze (o troppo secco o troppo piovoso) non  sta permettendo il naturale sviluppo dei ricci e di conseguenza anche del frutto. La stagione estiva 2018, umida e piovosa, sarà ricordata come quello dove il “guasto” delle castagne è stato di poco inferiore a quello buono e di conseguenza ne ha risentito anche il mercato castanicolo; praticamente si è passati da un naturale 6-7% ad oltre il 30% di scarto.

Mah…speriamo in tempi migliori! Ora parliamo della Sagra che comunque non ha fatto assolutamente mancare il suo attore protagonista: il pregiato  marrone rocchigiano! Si è iniziato sabato 13 con l’allestimento, in Largo Secondo Mariani e vie adiacenti, di numerose bancarelle che esponevano, oltre alle castagne nostrane, anche vari prodotti locali molto apprezzati. Sempre spettacolare l’esibizione dei Falconieri di Nemi(RM), i quali hanno liberato  per i cieli di Rocca Massima i loro falchi ammaestrati, uno spettacolo molto coinvolgente. Ma il “piatto forte” del pomeriggio è stato l’arrivo della fanfara dei Bersaglieri “Adelchi Cotterli” di Aprilia (LT) che si è esibita suonando varie musiche militari per le strade cittadine, marciando col caratteristico passo veloce del Corpo.

| Continua a leggere |

 

Altre notizie

| Dove trovare Lo Sperone |