Lo Sperone Settembre 2012
 

“GOCCIA D’ORO” – DECENNALE

Carissimi lettori,
il 12 agosto per la “Mons. G. Centra”, associazione culturale di promozione sociale, è stato un giorno importante, perché nella serata si è celebrata la decima edizione del “Premio Goccia d’Oro - Poesia e Pittura”, organizzato dalla stessa Associazione. Si è trattato di una serata felice, ben preparata, allietata dalla presenza di persone del Paese e di molte altre provenienti dai paesi vicini e anche da lontano; tutte insieme hanno riempito la famosa “Piazzetta della Madonnella”. Gli eventi (premiazione delle poesie degli adulti e di quelle dei ragazzi, premiazione dei pittori, consegna di un piccolo riconoscimento ai membri delle giurie…), si sono succeduti velocemente, dopo il canto dell’Inno Nazionale e i saluti del sindaco Angelo Tomei e del presidente dell’Associazione Enrico Mattoccia.

La straordinaria voce di Sabrina Brodosi, nota cantante residente a Rocca Massima, ha allietato i presenti con diversi interventi e riscosso calorosi applausi. La presentatrice, Fabiola Sambucci, ha guidato con perizia i vari interventi. Il momento culminante è stato senza dubbio quello in cui i ragazzi premiati hanno letto le loro poesie e ricevuto il premio. Tutti si sono presentati tranquilli e disinvolti davanti al microfono e solo una ragazza per legger la poesia ha chiesto l’aiuto della prof.a Patrizia Audino che ha fatto lo stesso “servizio” anche per qualche adulto. I ragazzi di Marina di Minturno si sono esibiti con due brani “Rap”.

Per quanto riguarda le poesie sono cresciute di numero sia quelle degli adulti che dei ragazzi, con crescita anche di livello in diversi casi; lo stesso giudizio è stato espresso per le opere pittoriche che hanno partecipato alla Mostra. Questo risultato è una bella soddisfazione per gli organizzatori e uno stimolo a continuare sulla stessa strada. Da queste colonne rivolgiamo un rinnovato ringraziamento a tutti coloro che, in qualche modo, hanno contribuito alla realizzazione del Premio.
Le pagine interne di questo numero sono dedicate al “Premio Goccia d’Oro”, con notizie riguardanti i dieci anni di vita e foto dell’ultima edizione.

Enrico Mattoccia
Pres. Ass. “Mons. Giuseppe Centra”

LETTERARIO “GOCCIA D’ORO
Vincitori Concorso di Poesia adulti (2004-2012)
Anno 2004
Sezione tema libero: Giuseppina Gombini (I), Maria Teresa Norero (II), Stefano De Massimi (III), Maria Teresa Norero (III), Nicola Merolla (III).
Sezione Tema dell’ulivo e olio: Maria Lanciotti (I), Marisa Monteferri (II), Carmelo Salvaggio (III), Romano Mastrogirolamo (IV), Giuseppina Gombini (V).

Anno 2005
Sezione tema libero: Rita Sain (I), Marisa Monteferri (II), Fernanda Spigone (III).
Sezione tema consigliato: Marisa Monteferri (I), Maria Lanciotti (II), Lauro Papale (III).
Sezione dialetto: Maria Pia Palleschi (I), Adriano Baccani(II), Cristina Batistelli (III).

Anno 2006
Sezione tema libero: Fernanda Spigone (I), Giuseppina Gombini (II), Lauro Papale (III).
Sezione tema consigliato: Irene De Pace (I), Maria Lanciotti (II), Giuseppina Gombini (III).
Sezione dialetto: Giulio Montagna (I), Roberto Zaccagnini (II), Adriano Baccani (III).

Anno 2007
Sezione tema libero: Irene De Pace (I), Maria Lanciotti (II), Lorenzo Sciajno (III).
Sezione tema consigliato: Maria Lanciotti (I), Giuseppina Gombini (II), Carmelo Salvaggio (III).
Sezione dialetto: Adriano Baccani (I), Igino Bauco (II), Giulio Montagna (III).

Anno 2008
Sezione tema libero: Lidia Giorgi (I), Gianna Braghini (II), Maria Lanciotti (III).
Sezione tema consigliato: Carmelo Salvaggio (I), A: Filomena Santone (II), Lauro Papale (III).
Sezione dialetto: Emilia Bernaudo (I), Gianpiero Damiani (II), Maria Pia Palleschi (III).

Anno 2009
Sezione tema libero: Rita Lavino (I), Domenico Gilio (II), Fernanda Spigone (III).
Sezione tema consigliato: Stefano De Massimi (I), Giulio Montagna (II), Angelo D’Onofrio (III).
Sezione dialetto: Emilia Bernaudo (I), Giampiero Damiani (II), Maria Pia Palleschi (III).

Anno 2010
Sezione tema libero: Umberto Druschovic (I), Fernanda Spigone (II), Marisa Monteferri (III).
Sezione dialetto: Emilia Bernaudo (I), Maria Pia Palleschi (II), Giampiero Damiani (III).

Anno 2011
Sezione tema libero: Domenico Gilio (I), Anna Filomena Santone (II), Carmelo Salvaggio (III).
Sezione dialetto: Bruno Fiorentini (I), Giancarla Sissa (II), Maria Pia Palleschi (III).

Anno 2012
Sezione unica: Irene De Pace (I), Maria Pia Palleschi (II), Carmelo Salvaggio (III), Gino Maiello (IV),
Fernanda Spigone (V).
Vincitori concorso di Pittura (2007-2012)
Anno 2007
Luca Candidi (I), Ezio De Rubeis (II), Caterina Ricca (III).

Anno 2008
Barbara Marsella (I), Silvia Del Ferraro (II), Bianca Invitto (III).

Anno 2009
Eva Shunk (I), Mario Usai (II), Clara Pia Corrente (III).

Anno 2010
Clara Pia Corrente (I), Eva Shunk (II), Ezio Pacifici (III).

Anno 2011
Mario Usai (I), Daniela Foschi (II), Eva Shunk (III).

Anno 2012
Eva Shunk (I), Costantina Antonino (II), Daniela Foschi (III)

* I quadri ammessi alla Mostra e giudicati negli anni 2007-2012 sono stati 91.

Vincitori concorso di Fotografia (2007-2009)

Anno 2007
Paolo Brancaleoni (I), Alberto Mariani (II), Roberto Lucarelli (III).

Anno 2008
Marco Sperduti (I), Luigi Passero (II), Luigi Sarallo (III).

Anno 2009
Salvatore Antonuccio (I), Luigi Passero (II), Patrizia Nardini (III).

* Le foto selezionate per la mostra (2007-2009) sono state 67.

Scuole partecipanti al Premio “Goccia d’Oro” 2004-2012

1) Scuola Primaria di Rocca Massima (Boschetto)
2) Scuola Primaria “S. Radicchi” di Giulianello (LT)
3) Scuola Secondaria di I° grado di Giulianello (LT)
4) Scuola Primaria “Casale” di Velletri (RM)
5) Scuola Secondaria di I° grado “C. Ionta” di Segni (RM)
6) Istituto comprensivo “Cassoni” di Norma (LT)
7) Scuola Primaria di Cori (LT)
8) Istituto Comprensivo “M. Dionigi” di Lanuvio (RM)
9) Scuola Sec. di I° grado “C. Cardinali” di Velletri (RM)
10) Scuola Sec. Di I° gr. “A. Velletrano” di Velletri (RM)
11) Liceo Classico “Sciascia” di Canicattì (AG)
12) Liceo Scientifico “U. Foscolo” di Canicattì (AG)
13) Plesso scolastico “Tempesta” di Ariccia (RM)
14) Plesso scolastico “Bernini” di Ariccia” (RM)
15) Scuola Primaria “Zona 167” di Velletri (RM)
16) Scuola Primaria IV Circolo di Latina
17) Ist. Compr. Scuola Primaria di Cetona (SI)
18) Ist. Compr. “Cordova” Sc. Prim. di Aidone (EN)
19) Ist comp. Scuola Primaria di Eboli (SA)
20) Scuola Sec. di I° grado “De Rossi” di Velletri (RM)
21) Scuola Sec. I° grado di Minturno (LT)
22) Liceo Scientifico “Landi” di Velletri (RM)
23) Scuola Sec. I° grado “San Carlino” di Genzano (RM)
24) Liceo “G. B. Alberti” di Scauri (LT)
25) Scuola Sec. I° grado “Fontana della Rosa” di Velletri
26) I. T. C. “Cesare Battisti” di Velletri (RM)
27) Liceo Classico “U. Foscolo” di Albano Laziale (RM)
28) Scuola Primaria “M. Teresa di Calcutta” di Roma
29) Scuola Primaria “A. Moro” di Francavilla Fontana
30) Liceo Ginnasio “Bonifacio VIII” di Anagni (FR)
31) Scuola Sec. I° grado “Garibaldi” di Genzano (RM)
32) Istituto Compr. “E. Danti” di Tecchiena di Alatri (FR)
33) Scuola Sec. I° grado “Mariani” di Velletri (RM)
34) Istituto “W. O. Darby” di Cisterna di Latina (LT)
35) Scuola Primaria “L. Ceci” di Alatri (FR)
36) Scuola Primaria “Collegio S. Giuseppe” di Roma
37) Scuola Sec. I° grado “Bonifacio VIII” di Anagni (FR)
38) Scuola Sec. I° grado “D. Alighieri” di Alatri (FR)
39) Istituto Comprensivo “G. Baisi” di Isola del Liri (FR)
40) Scuola Primaria “G. Rodari” di Minturno (LT)
41) Istituto Professionale “U. Tognazzi” di Velletri (RM)
42) Scuola Sec. I° grado “Maestre Pie Venerini di Velletri
43) Scuola Primaria “Maestre Pie Venerini” di Velletri
44) Istituto “A. Cederna” - sez Geometri di Velletri (RM)

Ragazzi vincitori 2011-2012

2011. Partecipanti 250 ragazzi di 40 scuole; Ragazzi Vincitori (ordine decrescente): Diletta Pelloni (Dolce notte), Michela Pucello (Gli occhi del mondo), Giorgia Palazzi (Popolo d’Italia), Emanuela Simonella (Ricordati), Bianca Petrascu (Alessia), Neil Trombetta (Poltrona vuota), Giulia Cirillo (Se sapessi), Virginia Quattrocchi (La bandiera).

2012. Partecipanti 237 ragazzi di 44 scuole; Ragazzi vincitori (ordine decrescente): Simone Tasca (Esodo); Giorgiana Fisan (Ti ricordo); Chiara della Rocca (Il Vento); Diletta Latini (Il tuo cuore); Michela Pucello (Non Solo parole); Lorenzo Pitocco (La neve); Linda Sorrentino (Filastrocca
variopinta); Ludovica Lombardi (La mia sera); Luca Joe Mattozzi (I miei migliori amici); Chiara Borri (Sono con te).

scarica la versione in pdf

 

CIAO ESTATE...
non un addio, ma un arrivederci a voi tutti

Quando il mese di agosto volge al termine mi prende sempre un po’ di malinconica tristezza e, ahimè, si accentua ancor di più quando sono qui, davanti al computer, per “buttar giù” l’articolo, per “Lo  Sperone”, riguardante le ormai trascorse manifestazioni estive che l’Amministrazione Comunale e le varie Associazioni hanno organizzato per rendere l’estate più piacevole sia ai cittadini che ai villeggianti che hanno trascorso le ferie nel nostro paese. Con l’arrivo di settembre il pensiero è inevitabilmente rivolto alla ripresa delle proprie attività lavorative, è tempo di far ritorno in città e riprendere il tran-tran quotidiano e, con un poco di nostalgia, si rimpiangeranno (speriamo) le tiepide e piacevoli serate rocchigiane. Mentre per noi che restiamo a Rocca Massima a far la “guardia” al vecchio borgo, è invece tempo di far robuste provviste di legna per riscaldarci durante i lunghi mesi invernali.

Quest’anno, ad onor di cronaca, è stata un’estate caldissima, rovente, opprimente ed è per questo che si è registrato un significativo incremento di persone che, spinte dal sole “africano” che avvampava le pianure e valli limitrofe, hanno trovato refrigerio e sollievo nel nostro paese. Come dicevo poc’anzi, il Comune e le  varie Associazioni si sono attivate per programmare, nel miglior dei modi, l’Estate Rocchigiana 2012 che si è svolta come di seguito. Si è iniziato con la Festa in onore di Sant’Antonio da Padova  organizzata dal Comitato Feste di Boschetto che, come da tradizione, ogni anno si festeggia la prima settimana di agosto. Questa bella ricorrenza stava vivendo un periodo di “declino” forse a causa di poca partecipazione di noi tutti. Quest’anno, invece, ho notato con piacere un nuovo fervore e una crescente adesione dovuta probabilmente a qualche persona con i “capelli bianchi” che, mettendosi nuovamente in gioco, ha ridato lo slancio e la passione di un tempo. Finalmente, pur con qualche affanno dovuto al poco tempo a disposizione, si è riusciti a preparare una festa più che dignitosa anzi, è  stata proprio una bella festa. Un ringraziamento va, oltre che ai “ragazzi” del Comitato, anche alla Confraternita di San Giuseppe che ha collaborato con loro per la buona riuscita di tutti i festeggiamenti in onore del Santo protettore di Boschetto. Da continuare così, assolutamente!

Dopo la settimana “boschettiana” si è tornati nel borgo dove giorno dopo giorno abbiamo assistito a vari spettacoli tutti belli ed interessanti. Il giorno 9 abbiamo riso a crepapelle con il Teatro dialettale corese con la regia dell’autore Tonino Cecinelli; il 10 è stata la volta della serata di “Poesie della Memoria” che, nel centenario della morte di Giovanni Pascoli, “bravi dicitori” lo hanno ricordato declamando alcune sue poesia nel Parco della Memoria. L’11 agosto è stato il primo dei quattro sabati tutti dedicati alla 13a Rassegna Organistica Internazionale che ha visto esibirsi davanti ad un  pubblico sempre più numeroso ed entusiasta il “fior fiore” di organisti e non solo di chiara fama  internazionale: “il Trio di Sophia, il M° Alberto Mammarella, I Gregorianisti di Cremona e il M° Eugenio Sacchetti”. Il 25 agosto i “cantici gregoriani” eseguiti dal coro Gregorianisti diretto dal M° Fulvio Rampi hanno suscitato apprezzamenti e reiterati applausi (…finali) dai presenti nella Chiesa di San Michele Arcangelo, piena all’inverosimile.

Il 12 agosto è stata la volta del prestigioso “Premio Goccia D’Oro” giunto alla sua 10a edizione e del quale si parlerà ampiamente in altre pagine di questo giornale. Giovedì 16 ad offrire una bella serata sono stati i nostri ragazzi che da poco hanno costituito l’Associazione Giovani di Rocca Massima. Nella piazzetta della Madonnella hanno ricreato una location da “reave party nostrano” con stand mangerecci, bibite, vino a volontà (senza eccessi) e con l’esibizione di vari complessi rock provenienti dal circondario. Interessante anche la “Notte brava tra le stelle” che hanno predisposto con l’ausilio di alcuni astronomi del Gruppo Astronomico di Latina; tantissimi curiosi e appassionati hanno potuto vedere, attraverso sofisticati telescopi: Marte, Saturno e le stelle della via Lattea. Bravi ragazzi continuate così, la strada è quella giusta! Il giorno 17 si è  ricordato un nostro concittadino scomparso da qualche anno promotore ed animatore di tante feste: Gianfranco Brodosi. E’ stato organizzato un torneo di calcetto, giochi popolari in piazza e la “panzanella più lunga del mondo”! Lungo la via Trieste è stata allestita una serie di tavoli dove sono state poggiate decine di pagnotte di pane “ammollato” condite con pomodoro e basilico e fette di fresco cocomero… è stato stabilito il record? Chissà… la misura raggiunta è stata di circa 180 metri,  veramente un bel vedere. Forse è da migliorare, ma da ripetere assolutissimamente! Altre serate trascorse piacevolmente in piazza sono state quelle del 13 agosto quando a rallegrarci con buona musica è stato il gruppo “Sogno Mediterraneo” e il cabarettista “Oscar Billia” e quella del 15 agosto quando a farci compagnia è stato “nientepopodimenoche”… Renato Zero! Beh, insomma… è stato un suo riuscitissimo sosia a divertire tutti i presenti con imitazioni e canzoni del celebre poetacantante.

Due giornate molto piacevoli sono state quella del 14 agosto quando a dilettarci con musica eccellente è stato il “Gran Complesso Bandistico” città di Noicàttaro (BA), vera “prelibatezza” per gli  appassionati! Il 20 agosto è stato un altro momento musicalmente piacevole ad esibirsi è arrivato da Latina il “Complesso Bandistico G. Puccini”. Solo due parole per questa “orchestra”: bravi, hanno saputo miscelare un repertorio classico con musica leggera, alternando anche momenti di spettacolo puro. Da riproporli, il prossimo anno, magari con un concerto-spettacolo serale! Il primo di settembre i protagonisti sono stati i ragazzi dello Studio Diamond Style di Rocca Massima che hanno organizzato, in Largo Secondo Mariani, un “motor show” molto apprezzato. La cronaca dell’evento la potete leggere a pag 16. Spero proprio di non aver tralasciato nulla nel descrivere gli eventi che ci hanno  accompagnato nella “nostra bella estate” appena trascorsa.

Ora ci attendono il lavoro (per i fortunati che ce l’hanno), la scuola per i ragazzi ma anche un autunno ancora pregno di eventi come la Festa del nostro Patrono (San Michele A.) il 29 e 30 settembre e la “Sagra dei Marroni” il 13 e 14 di ottobre, entrambe da non perdere assolutamente! Un ringraziamento al Comune di Rocca Massima che ha patrocinato tutte le manifestazioni estive ma un grosso, grossissimo applauso va senza alcun dubbio a tutte le Associazioni che hanno, con tanti sacrifici, programmato ed effettuato cerimonie, spettacoli e festeggiamenti quindi grazie a: Pro-loco di Rocca Massima; Associazione “Mons Centra”; Associazione “La Castagna”;  Associazione “LiberaMente”; Associazione “Giovani Rocca Massima”; Comitato feste di Boschetto; Studio Diamond Style di Rocca Massima e a quanti si sono spesi per la buona riuscita di tutto questo. Infine se qualcuno è rimasto scontento o insoddisfatto di quanto fatto, passi alla cassa… gli sarà rimborsato il biglietto per intero! Grazie a tutti e arrivederci a Rocca Massima per l’Estate 2013.

Aurelio Alessandroni

scarica la versione in pdf

 

A Rocca Massima
70° ANNIVERSARIO DI EL ALAMEIN

Nelle manifestazioni estive di cui è ricco il calendario di Rocca Massima, si nota una unione di eventi culturali e di occasioni di divertimento’ in modo da rilassare il fisico e nutrire nello stesso tempo lo spirito ed il pensiero. Anche l’Associazione Culturale “Mons. Centra” ha dato il suo contributo seguendo questo criterio: con la cerimonia di premiazione del “Premio Goccia d’Oro” alla sua decima edizione, con la presentazione di due libri e con il ricordo del 70° anniversario di El Alamein, il 28 agosto, mediante l’incontro con uno dei pochi superstiti di quella famosa battaglia: il s. ten. Luigi Cicatelli.

Si è trattato di un incontro cordialissimo, preceduto da un breve intervento di Remo Del Ferraro che ha illustrato la situazione storico-geografica e politica al momento della battaglia; ha pure accennato alla discussione in atto fra gli storici se le battaglie furono due o tre. Il sig. Luigi Cicatelli ha precisato che gli scontri furono anche più di tre e che vengono ricordati in modo particolare i seguenti: 1-27 luglio 1942 (le truppe dell’Asse fanno una manovra in profondità fino al 14 e poi vengono fermati); 30 agosto - 5 settembre 1942 (Rommel fa una manovra di aggiramento fino ad El Halfa, ma poi viene respinto); 23 ottobre- 6 novembre 1942(le truppe dell’Asse vengono sconfitte). Il sig. Cicatelli era lì e, ad un pubblico attentissimo, ha raccontato i fatti come furono vissuti da lui, sottotenente dell’artiglieria antiaerea italiana.

A ciò che si riferisce strettamente alle battaglie, specialmente alla terza, egli ha aggiunto anche gli eventi successivi della prigionia, prima sotto gli Inglesi, poi sotto gli Americani (sbarco in Normandia) e infine in Francia a Reims: cinque anni intensissimi di emozioni, di pericoli, di esperienze spesso tragiche. Malgrado l’età il sig. Cicatelli ha dimostrato una memoria eccezionale: ricorda benissimo le date, i nomi dei principali protagonisti, l’avvicendarsi dei comandanti, le circostanze anche piccole che però sono indice di un clima di trepidazione, di paura e di sofferenza… Circa la sconfitta che costò all’Asse Germania-Italia 30.543 uomini tra morti, feriti e dispersi, 34.000 prigionieri, la perdita di 450 carri armati e di circa 1.000 cannoni, egli ha affermato che fu dovuta soprattutto alla supremazia aerea degli Inglesi che potevano contare su oltre 1.000 aerei, alla scarsezza di rifornimenti (specialmente benzina e gasolio) per le truppe dell’Asse, a sabotaggi contro le nostre truppe, alle quali, come è scritto su una lapide, “mancò la fortuna, non il valore”. Dopo l’intervento il sig. Luigi ha commentato una serie di foto (scannerizzate e proiettate da Giorgio Mattoccia) del Sacrario di El Alamein come è attualmente.

Le foto furono fatte da lui stesso e da suoi amici in occasione del 62° anniversario (23 ottobre 2004), celebrato in loco. Oltre ai vari luoghi e aspetti del Sacrario in cui riposano 4.634 soldati italiani e 232 ascari, i cui resti furono raccolti dal Ten. Col. Paolo Caccia Dominioni per lungo tempo a cominciare dal 1948 in poi; è stato mostrato poi il rifugio di Rommel, le caratteristiche del suolo (la famosa quota 33)… le tracce romane nella zona…, aspetti attuali di Alessandria d’Egitto… L’incontro è riuscito non solo istruttivo, ma anche commovente sia per le vicende raccontate, e per le qualità della persona, sia anche per quanto ha voluto affermare a conclusione del suo intervento scritto: “Con profonda commozione ricordo i miei compagni d’arme, meno fortunati, il sacrificio delle loro vite che noi dobbiamo cercare di testimoniare alle nuove generazioni le quali, forse, non sapranno mai comprendere appieno quei valori che noi abbiamo saputo realizzare e difendere, appunto a costo, per molti, della loro giovane vita”.

Enrico Mattoccia

scarica la versione in pdf

 

ROCCA MASSIMA
guida ecologica e sicura

Se nella tranquilla Rocca Massima, in un tipico pomeriggio di inizio settembre, si sentono stridere i freni, rombare i motori e l’assoluto silenzio di un veicolo che imperterrito percorre la circonvallazione, allora stiamo assistendo ad E.C.O. walk in 2012. Dalle ore 16 di sabato 1 settembre lo Studio Diamond Style ha intrattenuto il numeroso pubblico con 4 esercizi basati su fondamenti di guida ecologica e sicura. La frenata differenziata è stato il primo esercizio in cui il pubblico, sul sedile del passeggero della nuova Fiat 500, ha imparato l’importanza dei sistemi di sicurezza attivi, quali ABS, ESP e ASR, attraverso una frenata su telo bagnato che simula le condizioni di ghiaccio. Il primo giro prevedeva la frenata senza correzione, le ruote sul telo perdevano così aderenza sbandando; il secondo giro invece si effettuava con correzione tramite controsterzo, per poi fare un’ultima tornata con i sistemi attivi, in cui l’auto frenava perfettamente dritta.

Il secondo e il terzo esercizio hanno visto al volante lo stesso pubblico, impegnato su impostazione delle traiettorie e slalom tra i birilli. Il gran finale si è avuto con l’entrata, sulla provvisoria pista, della Fiat 500 che montava lo skid, una particolare struttura che, alzando le ruote posteriori, manda in sovrasterzo l’auto in ogni curva, anche a basse velocità, estasiando ed entusiasmando così il pubblico. A completare la particolarità della giornata, una C-Zero, l’elettrica di casa Citroen, ha trasportato, con il suo inimmaginabile silenzio, tutti gli interessati lungo le strade di Rocca Massima. Sulla nuova ed inedita vettura, tutti coloro che l’hanno guidata si sono sentiti importanti, soddisfatti, entusiasti, proiettati in un mondo nuovo. Peccato che il prezzo delle auto elettriche, per ora, sia ancora piuttosto elevato!

E.C.O. walk in 2012 è stata la prima esibizione ed ha anticipato gli inediti corsi di guida sicura ed ecologica configurabili da internet sul sito www.eco-italy.it. Lo Studio Diamond Style desidera ringraziare il Comune di Rocca Massima ed il Sindaco per il patrocinio, la Polizia Municipale per la disponibilità ed il controllo e l’Associazione “Mons. G. Centra” che ha sposato sin da subito questo progetto esponendosi attivamente. Un particolare ringraziamento va anche al pubblico presente, agli interessati che sono saliti a bordo invitandoli a visitare il link personale consegnato al desk, dove si potranno vedere e salvare tutte le immagini della giornata e l’inedito eco_book a cura dello Studio.

Chiara Caravà

scarica la versione in pdf

 

Associazione Culturale Mons. Centra C.F. 91056160590. Design by Diamond Style