Lo Sperone Aprile 2012
 

Aiuta l’Associazione Culturale “Mons. G. Centra”

La legge finanziaria ti permette di destinare il cinque per mille dell'IRPEF, già pagata, senza nessun altro aggravio e senza mutare la destinazione dell'otto per mille. Se vuoi, indica al tuo commercialista il codice fiscale dell’Associazione, oppure segnalo tu stesso nell'apposito spazio sul CUD che poi consegnerai all'Agenzia delle Entrate.

Tutti facciamo (o dovremmo fare!) la denuncia dei redditi e sappiamo che all’atto della firma del modulo di dichiarazione possiamo scegliere a chi destinare sia l’ 8 per mille (per gli Enti di culto e lo Stato) che il 5 per mille (per gli Enti di ricerca e le Associazioni). Se non specifichiamo a chi indirizzare la somma non è che non ci viene trattenuta ma semplicemente verrà assegnata proporzionalmente agli Enti più scelti dai contribuenti.

Quest’anno è possibile destinare il vostro 5 per mille anche alla nostra Associazione. Essa, infatti, è stata inserita nell’elenco predisposto dall’Agenzia delle Entrate per i suoi meriti culturali, sociali e divulgativi. Vi invitiamo, pertanto, a destinare il vostro 5 per mille all’Associazione Culturale Mons. Giuseppe Centra; ci conoscete abbastanza per poter verificare e controllare l’uso che ne facciamo.

Il codice fiscale dell'Associazione, da indicare, è il seguente: 91056160590

scarica la versione in pdf

 

OLIO EXTRAVERGINE D’OLIVA
ottimo alimento per prevenire i tumori

“Lo Sperone” dello scorso mese era uscito dalla tipografia da appena 5 giorni quando ci è giunta una notizia che riteniamo importante per gli olivicoltori della provincia di Latina e, sebbene a distanza di tempo, riteniamo opportuno riportarvela e commentarla. Si tratta di questo: uno studio del Dipartimento di Scienze e Biotecnologie medico chirurgiche dell’Università “La Sapienza” di Roma ha dato  interessanti conferme all’ipotesi che l’olio extravergine d’oliva (in particolare quello della cultivar “itrana”) possa avere importanti proprietà terapeutiche oltre che organolettiche ed alimentari.

Chi legge con regolarità Lo Sperone ricorderà che riferendovi su quanto era emerso nel convegno tenutosi a Sonnino in occasione della VI edizione del concorso “Colline Pontine”, sottolineai la proposta del prof. Alessandro Rossi, presidente della sezione di Latina della Lega Italiana Lotta ai Tumori; egli suggerì di finanziare una ricerca per verificare le proprietà terapeutiche dell’extravergine d’oliva che alcune prime osservazioni sembravano avvalorare. Scopo del convegno era quello di individuare efficaci azioni per promuovere il consumo dell’olio extravergine e il prof. Rossi fece osservare che, se queste proprietà terapeutiche fossero state  scientificamente confermate, ci sarebbe stata una forte motivazione da parte del consumatore ad acquistare l’olio extravergine.

L’Assessore all’agricoltura della provincia di Latina, Enrico Tiero, intervenendo a conclusione dei lavori, valutò positivamente la proposta del prof. Rossi e si impegnò a trovare nel bilancio provinciale le risorse necessarie per avviare la ricerca. Oggi i politici non godono di buona considerazione ma va reso merito all’assessore Tiero e all’Amministrazione Provinciale che hanno saputo ascoltare una proposta venuta dalla società e si sono mossi con prontezza ed efficacia. A distanza di poco più di un anno i ricercatori incaricati (Eugenio Lendaro, Roberto Monticolo e Andrea Coccia), hanno presentato i risultati el loro lavoro che, con le dovute cautele, sempre necessarie uando le ricerche sono ancora nella prima fase di studio, aprono interessanti prospettive a livello di potenzialità farmacologiche dell’olio extravergine d’oliva, soprattutto per un componente polifenolico: l’oleuropeina.

Sembra che i polifenoli presenti nell’olio abbiano una efficace azione antiproliferativa delle cellule tumorali; un’azione paragonabile a quella della mitomicina, un farmaco usato nei protocolli clinici internazionali sul trattamento del tumore della vescica. L’uso abituale dell’olio d’oliva può quindi rivelarsi un’ efficace prevenzione per i tumori e, anche per questo motivo, questi primi studi scientifici vanno approfonditi e sviluppati. Ci auguriamo che la Provincia e altre istituzioni non rinuncino al loro essenziale ruolo di promotori e facilitatori per il completamento del progetto di ricerca. In conclusione vorrei mettere in evidenza anche un altro aspetto molto positivo dell’iniziativa: raramente (come invece è avvenuto in questa circostanza) ci capita di vedere una sinergia fra Università, istanze del territorio e istituzioni.

Remo del Ferraro

scarica la versione in pdf

 

NOVITÀ A ROCCA MASSIMA

Malgrado la popolazione del nostro  Comune non sia numerosa, per far funzionare la “macchina”  amministrativa, c’è bisogno di personale; se poi si vuole che funzioni al meglio, è necessario qualcuno che guardi più al futuro che al presente e sia in grado di seguire e valutare tutte le opportunità che si presentano sia in campo provinciale che regionale, o anche nazionale, per partecipare con progetti adeguati per i quali vengono messe a disposizione delle risorse economiche; accade difatti che talora i “bandi” di progetti o iniziative… non vengano sufficientemente pubblicizzati o presi nella dovuta considerazione da amministratori “distratti”.

Nel nostro Comune è stato di recente costituito il “gabinetto del Sindaco” per rispondere anche a tali esigenze. Si tratta di un organismo del quale sarà responsabile la dott.a Emilia Ciarra e che avrà molteplici mansioni divise in vari settori. Si occuperà di comunicazioni e relazioni esterne, del supporto di numerosi progetti, del patrocinio del Comune da concedere a manifestazioni e iniziative di valenza sociale, della cooperazione internazionale, della  realizzazione di bandi e progetti comunitari;  seguirà il progetto “Città ecosostenibile”, darà supporto alla raccolta  differenziata dei rifiuti, curerà un centro sociale per anziani, giudicherà l’opportunità e la fattibilità di gemellaggi, farà attenzione alle pari opportunità e segnalerà se non vengono rispettate.

Inoltre, tale ufficio coordinerà le varie associazioni  senza scopo di lucro, quelle già esistenti e quelle che sorgeranno in futuro. In proposito, sono state già approvate dal Consiglio Comunale le norme e il Regolamento per la costituzione dell’albo delle Associazioni, con gli obblighi da adempiere da parte delle Associazioni stesse e la garanzia da parte dell’Amministrazione di avere un supporto al momento di impostare una pratica o di contattare uffici provinciali e regionali dai quali dipendono quei pochi aiuti che permettono alle associazioni di sopravvivere e rendono meno problematico il lavoro non retribuito dei soci. Nel Regolamento ci sono anche precise norme che impongono di segnalare all’Amministrazione i dati di ciascuna associazione (rendiconto economico, nomi dei soci, relazioni di iniziative…). Insomma il nuovo ufficio non si troverà mai senza lavoro, forse potrebbe toglierne a qualche Assessore!... Tra quanto fa prevedere la competenza del “Gabinetto” e quanto si spera possano migliorare le associazioni con le nuove norme, sembra prospettarsi un immediato futuro piuttosto roseo che, speriamo, si concretizzerà in un incremento di iniziative per il Paese.

Ovviamente auspichiamo il successo e ci auguriamo anche che si miri ad una maggiore unione e collaborazione. E’ un argomento su cui si insiste da molto tempo ed è di importanza capitale, ma  bisogna pensarci fin dall’inizio dell’anno, non ricordarsene all’ultimo minuto, quando ciascuno ha già stabilito il proprio calendario. La collaborazione tra le associazioni dovrebbe essere d’esempio alla cittadinanza, perché i soci offrono un impegno personale (tempo, fatica, inventiva…) con lo scopo di procurare il bene del Paese, non di soddisfare la propria vanità o di ottenere vantaggi di qualche genere…; se poi arriverà pure qualche lode… tanto meglio, anche se a Rocca Massima si è piuttosto prudenti e parsimoniosi prima di lodare i “propri” concittadini.

Enrico Mattoccia

scarica la versione in pdf

 

PREMIO GOCCIA D’ORO 2011
Premiazione dei ragazzi partecipanti
Con questo numero terminiamo il resoconto delle premiazioni degli alunni che hanno artecipato al Premio, effettuate nelle numerose scuole che hanno aderito al nostro progetto culturale.
La nostra Associazione è stata rappresentata dal Presidente e dal socio Delfino Alessandroni.

A Giulianello i ragazzi della classe quinta della scuola primaria “Don Silvestro Radicchi”, nel 2011  hanno partecipato al “Premio Goccia d’Oro”- sezione poesia, con risultati eccellenti. Ora frequentano la prima classe della Scuola Media, alcuni a Giulianello, altri a Velletri. Per l’occasione della premiazione il papà di uno di loro è andato a prenderli e dopo la cerimonia li ha riaccompagnati. Nel salone  dell’associazione “Il Ponte”, inaugurato di recente e concesso volentieri dal presidente Quinto Sellaroli, il primo marzo erano presenti tutti gli alunni delle due prime classi della Scuola Media, accompagnati dai rispettivi insegnanti. Il dirigente scolastico, la fiduciaria e gli altri insegnanti hanno voluto dare molto risalto all’incontro, convinti che la partecipazione al “Premio” costituisce un momento formativo e culturale. Ha preso la parola per primo il dirigente prof. Paolo Ippoliti; con linguaggio preciso e molto appropriato ai ragazzi, attentissimi, ha elogiato l’iniziativa dell’Associazione ed ha esortato i ragazzi ad approfittare dell’occasione che viene loro offerta per migliorare la propria cultura e i propri mezzi espressivi, cosa che accade quando ci si impegna nella composizione della poesia che comporta tanti sforzi e riferimenti. Il rappresentante dell’Associazione si è limitato ad esemplificare quanto espresso dal Dirigente. Assai interessante l’intervento dell’insegnante Bruna Alimonti che l’anno scorso ha avuto e diretto i ragazzi premiati, i quali hanno partecipato al “Premio” anche negli anni passati. L’esperta insegnante ha elogiato il “Premio”, al quale ha fatto partecipare i suoi alunni fin dall’inizio, perché l’iniziativa della “Mons. Centra” “è motivo di vanto e di stimolo per tutto il territorio per quanto riguarda la crescita culturale”. Infine ha spronato i ragazzi a partecipare ancora al “Premio”, aggiungendo che, se per qualsiasi motivo nella classe frequentata quest’anno non fosse possibile dedicare un po’ di tempo alla poesia, lei è disponibile a fare da guida ai ragazzi, in tempi extrascolastici. Erano presenti anche: la fiduciaria, ins. Fiorella Marchetti, l’ins. Delia Tartaglia in rappresentanza della Scuola Primaria, il prof. Claudio De Rossi (vicario per la Scuola Media) che ha accompagnato i ragazzi assieme ad un altro docente. Le poesie pubblicate sono state lette. A tutti i ragazzi partecipanti è stato distribuito il Catalogo 2011. Premiata con diploma d’onore e medaglia: Diletta Pelloni; premiati con diploma di merito e medaglia: Umberto Tora, Gaia Della Vecchia, Alessio Pietrosanti, Ricardo Raponi; premiati con attestato di partecipazione: Sara Simonetti, Elisa Acciarito, Irene Carcongiu, Francesca Tora, Gianluca Sepe,  Matteo Gasbarra, Alice Ferri.

Andare a Norma per premiare i ragazzi che hanno partecipato al “Premio Goccia d’Oro” ha riservato una piacevole sorpresa. I ragazzi l’anno scorso frequentavano la quinta elementare e perciò quest’anno sono in prima media. Conoscevo l’ambiente delle elementari perché i ragazzi hanno partecipato quasi tutti gli anni, ma non credevo di incontrare tanto entusiasmo. La dirigente, prof.a Patrizia Pochesci, ha voluto fare le cose alla grande, difatti il 5 marzo ha avvisato anche le famiglie dei premiati ed ha radunato nell’ampia palestra della Scuola non solo i compagni di classe dei premiati, ma anche altre classi (per insufficienza di sedie i ragazzi si sono tranquillamente seduti per terra), dando così molto rilievo alla nostra iniziativa. All’inizio della cerimonia lei stessa ha esaltato il valore della poesia e della cultura in genere, ribadendo che il “Premio Goccia d’Oro” è educativo e va incrementato. Nella breve  risposta il rappresentante dell’ Associazione ha ringraziato per la stima e si è detto pronto a non deludere le aspettative della Dirigente. Al momento della consegna dei premi, effettuata dalla Dirigente e dalla insegnante dell’anno scorso, Luigina Cerbella, gli applausi entusiastici dei ragazzi hanno creato un clima assai simpatico, senza varcare il limite della buona educazione. Oltre i professori delle classi era presente la fiduciaria prof.a Teresa Sannino, anche lei estimatrice entusiasta del Premio. I Ragazzi premiati hanno letto la loro poesia davanti a tutti. Premiati con medaglia e attestato: Edda Omoregbe, Andrea Nuzzi; premiati con attestato di partecipazione: Luigi Sangiorgi, Lorenzo Battisti, Giacomo Robibaro, Giovanni Tagliaferri. A tutti è stato dato il catalogo 2011. Auguro ai ragazzi di Norma di mantenere sempre la gioia e l ’ e n t u s i a s m o dimostrato: è un buon auspicio per sentire di meno, o per niente, la fatica dello studio!

I ragazzi di Tecchiena (Alatri), partecipano da tre anni al nostro “Premio” e si sono sempre piazzati bene nella classifica generale. Per la prima volta ci è stato possibile andare a premiarli nella loro scuola e, per vari motivi, è stata una bellissima scoperta: per la cordialità con cui siamo stati accolti dalla dirigente prof.a Maria Grazia Martina, dal personale ausiliario e dalle insegnanti; per l’educazione dei ragazzi; per la bellezza e la funzionalità dell’edificio nuovo che ospita la Scuola. La Dirigente, prima di procedere alla premiazione, ha rivolto ai ragazzi brevi parole per lodare il “Premio” e i suoi scopi; ha affermato che lo sforzo fatto per comporre una poesia, sia pure seguendo le indicazioni dell’Insegnante, aiuta a migliorare l’espressione in lingua italiana e facilita anche la crescita interiore perché abitua a guardare dentro di sé ed interpretare i propri sentimenti, senza contare che investe pure i rapporti con gli altri e con la natura che ci circonda, che abitua alla genuinità…, senza farsi abbindolare da vie traverse e furbizie. L’intervento del rappresentante dell’Associazione ha ribadito con esempi pratici  quanto detto dalla Dirigente ed ha esortato i ragazzi a partecipare la “Premio” di quest’anno. Un pensiero di gratitudine è stato espresso da tutti nei confronti della prof.a Luana Iafrate che ha  educato l’anno scorso i ragazzi premiati ed ora è ad Isola Liri, più vicina alla famiglia. Il caloroso applauso dei ragazzi quando la professoressa è stata nominata è stato la dimostrazione tangibile del loro affetto. L’attuale insegnante di lettere, prof.a Carla Spaziani è in contatto con lei. A tutti ragazzi è stato consegnato il Catalogo 2011; ha avuto la medaglia e l’attestato di merito Francesca Promutico; hanno avuto l’attestato di partecipazione: Camilla Santoro, Riccardo Pica, Alessandro Gori, Buachomphoo Choram.

scarica la versione in pdf

 
Gli alunni del I Circolo di Scuola Primaria “Luigi Ceci” di Alatri hanno partecipato al “Premio” per la  prima volta e si sono dimostrati subito bravi, con due poesie ritenute degne di pubblicazione dalla Commissione Giudicatrice. Quando hanno partecipato frequentavano la classe quinta della Scuola Primaria, ora sono alla prima classe della Scuola Secondaria di primo grado (prima media) che frequentano nell’Istituto “Dante Alighieri”. Sono stati premiati il 14 marzo, alla presenza della loro insegnante dell’anno scorso Rita Fanfarillo, della fiduciaria della Suola Media prof.a Anna Ascenzi, in rappresentanza del Dirigente impegnato altrove per motivi non differibili, di altri insegnanti e anche di qualche mamma. Tutti hanno dato la sensazione di persone disponibili,votate alla Scuola, preoccupate di ciò che è meglio per i ragazzi e si sono detti in accordo con l’intervento della Vicaria la quale ha lodato l’iniziativa del “Premio” ed ha illustrato i benefici anche pratici che i ragazzi possono trarne. I ragazzi, alla prima esperienza, si sono dimostrati felici e pronti a concorrere di nuovo quest’anno. Sono state lette le poesie di Federica Cippitelli (“La mia Patria”) e di Stefann Alin Tanase (“La Patria”), che hanno avuto la medaglia, l’attestato di merito e il catalogo. Gli alunni seguenti hanno avuto l’attestato di partecipazione e il catalogo: Denise Helena Haiasu, Sofia Verdeccha, Elisa Pietrobono, Francesco dell’Uomo, Giordana Donato, Riccardo Stornelli. Anche i rappresentanti dell’Associazione sono rimasti soddisfatti e per le qualità delle persone incontrate e per la educazione e disponibilità dei ragazzi; insomma si sono trovati in una Scuola dove si lavora seriamente e che rischiara un po’ l’orizzonte scolastico di tanti istituti in perenni difficoltà che aggravano.

Il Ginnasio Liceo “Bonifacio VIII” di Anagni è una “Scuola Paritaria”, cioè non gestita dallo Stato ma da privati o da altri enti (in questo caso dalla Diocesi) e riconosciuta dallo Stato a tutti gli effetti perché rispetta i programmi statali e tutte le altre leggi che governano le scuole dello stesso livello. Il  “Bonifacio VIII” partecipa alla “Goccia d’Oro” da vari anni e i suoi alunni hanno dimostrato di “trovarsi bene” con la poesia, difatti hanno raggiunto buoni successi. Sia la Preside che i docenti sono convinti  che la partecipazione al “Premio” rappresenta per gli studenti un momento di approfondimento culturale e di crescita interiore; perciò li spronano. Quest’anno la poesia “La Bandiera” di Virginia Quattrocchi si è classificata nel gruppo delle otto vincitrici tra tutte quelle pervenute; altre poesie sono state ritenute degne di pubblicazione. La premiazione è stata effettuata il 14 marzo nell’aulamagna della Scuola, alla presenza della preside prof.a Maria Pia Ippoliti e dei docenti prof. Francesco Romano e prof.a Maria Teresa Fiorini. Virginia Quattrocchi, già premiata ad agosto del 2011, era ugualmente presente ed ha letto la sua poesia. Hanno ricevuto l’attestato di partecipazione e il catalogo: Francesca Torre, Gabriele Menenti, Clarissa Giacomini, Emanuele Ferretti, Damiano Vespa, Giacomo Polce, Giampaolo Fazio, Irene Erculei, Daniele Cernicchi, Samanta Faiocco, Grazia Caciolo. Nell’incontro ci siamo trovati  dinanzi ragazzi educati, simpatici, tutti pronti a partecipare al “Premio” di quest’anno e decisi a non rimanere nelle retroguardie! Auguri.

Qualche amico ci ha chiesto perché sul catalogo del “Premio Goccia d’oro 2011” sono riportate molte poesie di ragazzi di Segni. La risposta è semplice: perché dalle scuole di Segni sono arrivate moltissime poesie, pur rispettando il limite di sei poesie per classe. Hanno partecipato gli alunni dell’Istituto Comprensivo, scuola Media (tre sezioni) e scuola Primaria: plessi di Pantano e di Falasca.
La premiazione dei numerosi partecipanti è stata fatta in due tempi: il 19 dicembre 2011 (v. “Lo Sperone”, a. 12, n. 1- 07/1/2012, p. 8) e il 20 marzo. Nella seconda cerimonia, con l’intervento della vicaria Lucia Marchetti e della prof.ssa Fernanda Spigone (in pensione, ma affezionatissima alla “sua” Scuola), sono stati premiati i seguenti alunni: a) - con diploma di merito, medaglia e catalogo: Vanessa Lorenzi, Veronica Coluzzi, Elfat Misini, Lorenzo Sinibaldi; b) – con attestato di  partecipazione e catalogo: Marco Pennese, Riccardo Pomponi, Martina Giordani, German Diaz, Martina Fanfoni, Federica Paluzzi, Carlo Caringi, Elisa Coletta, Samuele Gorga, Aurora Marozza, Christian Vari, Marta Pennese, Alessandro Monelli, Gloria Caracciolo, Valerio Martini, Benedetta Spigone, Alessandro Roazzani, Alessia Manciocco, Riccardo Tedeschi, Ilaria Bisegna, Niccolò Nardi, Mairo Boresta, Miriana Quattrino, Martina Latini. Ragazzi educati, entusiasti, pronti a partecipare di nuovo; insegnanti disponibili e convinti che la composizione di una poesia può diventare stimolo a migliorare il modo di esprimersi e occasione di crescita interiore. L’Associazione “Mons. G. Centra” ringrazia il Dirigente e tutti gli Insegnanti di Segni che hanno collaborato, in modo speciale la prof.a Fernanda Spigone, scrittrice e poetessa, attiva in tutte le iniziative culturali del Paese e collaboratrice con il Premio “Goccia d’Oro” da diversi anni.

scarica la versione in pdf

 

Premio Goccia d'Oro, edizione 2012: come partecipare.

Sono disponibili i bandi per partecipare all'edizione 2012 del Premio Goccia D'Oro che si terrà, in unica serata, il prossimo 12 agosto alle ore 21,00 a Rocca Massima.

Scarica i bandi dell'edizione 2012:

Bando Poesia Ragazzi

Bando Poesia Adulti

Iscrizione Premio Pittura

Regolamento Premio Pittura

 

 

Associazione Culturale Mons. Centra C.F. 91056160590. Design by Diamond Style