Lo Sperone Febbraio 2017
 

PREAVVISO PER  I  NOSTRI  SOCI

Ricordiamo ai nostri soci che quest’anno scade il mandato dell’attuale Consiglio Direttivo dell’Associazione “Mons. G. Centra” e pertanto siamo chiamati a rinnovare le cariche sociali. Nell’ultimo Direttivo si è ipotizzato il periodo tra fine febbraio-prima settimana di aprile come data più idonea per questo adempimento. Nell’Assemblea Generale che sarà convocata dal Presidente si porterà all’approvazione dei soci anche il bilancio consuntivo 2016 e preventivo 2017. Tutti i soci saranno avvisati per tempo con lettera o con email. Ci auguriamo che tutti  intervengano portando, magari, proposte innovative e, soprattutto, animati da spirito collaborativo.

 

 

ROCCA MASSIMA  IN CIFRE

A fine anno, si sa, si stilano i bilanci per cercare di capire, attraverso l’analisi dei numeri, quanto è  successo nelle nostre famiglie e anche nelle aziende o attività commerciali del nostro Comune. Analizzando con serenità e onestà quanto è successo nel corso dell’anno, possiamo farci un’idea di quello che avverrà nell’anno che è appena iniziato. Scrivere o discutere manifestando un ottimismo incondizionato per il futuro, specialmente in momenti di recessione come quello che da alcuni anni stiamo vivendo,  è pura utopia, ma cercare di essere propositivi  e speranzosi ci dà, quantomeno, la forza di guardarlo più serenamente.

Ora vi comunichiamo alcuni dati anagrafici del nostro Comune, riferiti al 31 dicembre 2016, fornitici gentilmente dal sig. Simone Tora, impiegato al Comune di Rocca Massima con la funzione di responsabile dell’ufficio anagrafe, che ringraziamo per la collaborazione. Il Comune di Rocca Massima al 31 dicembre 2016 contava 1114 abitanti (-8 rispetto al 2015) di cui 555 femmine e 559 maschi; i residenti al Centro Storico sono 419 mentre quelli nelle varie Contrade 695. I nuclei familiari sono 503 (-5 sul 2015); i nati nello scorso anno sono stati 9 (3 femmine e 6 maschi) +2 rispetto al 2015 ; i morti sono stati 12 (5 femmine e 7 maschi) -1 sul 2015.

Questo dato, rapportato ai nati e ai morti rispetto allo scorso anno (eravamo 1122), ha fatto registrare un trend negativo pari allo 0,85%, causato anche dal fatto che gli immigrati sono stati 8 in meno rispetto sempre al 2015. Il tasso di natalità è stato dello 0,80%, leggermente più alto rispetto agli ultimi 3 anni;  mentre quello di mortalità è stato dello 0,96% è in linea con gli ultimi 3 anni. Il nostro Comune ha una superficie di 18Kmq; le strade provinciali misurano 18 Km, quelle comunali 20Km  mentre le vie vicinali sono lunghe 10Km.  Le attività commerciali censite sono state 18, due in più rispetto al 2015. Infine un dato elettorale: gli aventi diritto di voto sono in tutto 944 (462 donne e 482 uomini); 374 iscritti alla sezione n°1 (Rocca Massima) e 570 in quella n°2 (Boschetto).

In considerazione di quanto scritto, auspico che tutti i rocchigiani mantengano una grande stima per il nostro piccolo Paese; però, allo stato attuale delle cose, questa stima incondizionata non basta più! Ormai il destino dei piccoli Comuni sembra essere segnato; appare inutile cercar di difendere, a spada tratta, il “campanile”! Le risorse dello Stato sono sempre di meno e di conseguenza le varie amministrazioni, per sopravvivere, sono costrette a diminuire qualche servizio ed aumentare sempre di più le tasse locali! Il calo demografico registrato a Rocca Massima non è il solo, molti piccoli Comuni stanno avendo lo stesso problema e di conseguenza tanti residenti sono costretti (il più delle volte a malincuore) a trasferirsi in cittadine più confacenti alle loro esigenze e alle loro disponibilità economiche.

Oramai lo spopolamento di paesini montani avanza lento ed inesorabile, allora mi chiedo: “ Per quando tempo ancora si potrà andare avanti in questo modo?” Non molto, credo! Quindi la ”Unione tra piccoli Comuni” oppure l’accorpamento degli stessi, è la logica conseguenza a tutto ciò. La legge, ovvero la riforma “Delrio”, in vigore da oltre due anni, lo prevede già; quindi dobbiamo inevitabilmente rassegnarci all’avvento di queste “Unioni”. Non sarà certamente “oggi”, ma sicuramente “domani” dovremo necessariamente entrare a far parte di un gruppo di Comuni associati e, almeno dal punto di vista amministrativo, probabilmente staremo meglio! Personalmente lo spero, anzi me lo auguro; poi, come dice un vecchio detto: “Chi vivrà…vedrà”!

Aurelio Alessandroni

 

VOLARE LIBERE…
“STOP ALLA VIOLENZA SULLE DONNE”

Il prossimo 14 febbraio Rocca Massima ospiterà un evento di rilevanza mondiale: “ONE BILLION RISING 2017”, un miliardo di voci contro la violenza intitolato: “VOLARE LIBERE-STOP ALLA VIOLENZA SULLE DONNE”.

Grazie all’Ass.ne “Chi Dice Donna” e al “Flying In The Sky” si organizzerà una parata contro la violenza sulle donne, un tema tristemente noto e quotidianamente oggetto di notiziari e trasmissioni televisive. Partendo dalla tragica statistica secondo cui una donna su tre in tutto il pianeta sarà picchiata o violentata nel corso della propria vita, questo movimento internazionale di “One Billion Rising www.onebillionrising.org”, ogni anno  lancia una campagna di sensibilizzazione contro la violenza sulle donne che vede unirsi tantissime persone, gruppi e associazioni.

L’Amministrazione di Rocca Massima, alla richiesta dell’Ass.ne  “Chi Dice Donna” di poter realizzare una parata per le strade del paese, ha prontamente dato il proprio assenso, patrocinando la manifestazione.

Questo evento è organizzato in collaborazione con il “Flying In The Sky”, la zipline più veloce e lunga del mondo che offrirà la possibilità, per le donne, di effettuare voli gratuiti da dedicare alle donne vittime di violenza. Hanno prontamente dato il loro assenso a partecipare alla parata: l’Ass.ne Pro Loco di Rocca Massima, Ass.ne La Castagna di Rocca Massima, Ass.ne  Mons. G. Centra di Rocca Massima, Il Centro Turistico Giovanile di Rocca Massima, Ass.ne ASAR di Rocca Massima, ASDC Matisse di Cori, Officina dell’Arte di Cori, Condominio dell’Arte, Ass.ne Carabinieri in Congedo di Rocca Massima, il Gruppo Scaut CNGEI, Comitato Valore  Persona e APS Casa Lazzara di Aprilia affiliate a Farereteonlus, l’Ist. Comprensivo “Cesare Chiominto” di Cori, Associazione “Il cammino” di Sezze e il Figh Club Team Frasca di Cori.

Attendiamo la conferma di altri gruppi e associazioni che ci auguriamo siano solidali e numerosi. Per i contatti chiamare questo numero 3357443819

Facciamo un grosso “in bocca al lupo”, per la buona riuscita della manifestazione, alla Presidentessa dell’Ass.ne “Chi Dice Donna”, Cinzia Bagaglini, al Presidente del “Flying In The Sky”, Leonardo Lucarelli e al Sindaco di Rocca Massima, Angelo Tomei che, peraltro, farà gli onori di casa.

Ovviamente si invita tutta la cittadinanza a partecipare e ad allargare la voce ad altre associazioni o gruppi intenzionati a prendere parte alla parata.                                         

PROGRAMMA DELLA MANIFESTAZIONE
Martedi 14 febbraio 2016

- Ore 14,00 raduno di tutti i partecipanti in Largo Secondo Mariani e consegna sciarpe rosse.
- Ore 14,30 inizio parata diretta al belvedere di via V. Emanuele (bar-volo Flying in the sky).
- Ore 15,00 discorso di apertura del Sindaco di Rocca Massima Angelo Tomei e taglio del nastro rosso
a seguire:

  • Intervento della Presidentessa dell’Ass.ne  “Chi Dice Donna”, Cinzia Bagaglini
  • Violenza psicologica, contributo della dott.ssa Valentina Treu
  • Flash mob “Break The Chain” a cura dell’insegnante Ilenia Dell’Uomo
  • Dimostrazione di difesa personale curata da Figh Club Team Frasca di Cori
  • Presentazione dell’opera scultorea “Femminicidio” a cura dell’artista Francesco Guadagnuolo, autore
  • Apertura dei voli gratuiti per le donne dedicati alle donne vittime di violenza sulla zipline più lunga del mondo, Flying In The Sky

Il tutto sarà oggetto di un video che, assieme all’evento, verrà inserito nel sito promotore della giornata mondiale contro la violenza sulle donne: One Billion Rising  www.onebillionrising.org
Verrà allestito uno stand, al bar volo,  per “la merenda di una volta”, si distribuirà ai partecipanti: pane, olio e zucchero e un bicchiere di vin broulè.  Vi aspettiamo numerosi!


Annamaria Angiello

 

NOI  CENTRO

“Noi Centro”, indica i numerosi alunni di “Scuola Media di Velletri Centro”  e anche il giornale  dell’Istituto Comprensivo. Tale giornale, nel  n. 2 – anno XVIII, uscito alla fine dell’anno scorso, ha dedicato una pagina con sei fotografie degli alunni che hanno partecipato al nostro “Premio Goccia d’oro 2016”.  Come  se non bastasse, la dirigente di tutto il plesso scolastico , prof.sa Antonella Isopi, un  pomeriggio prima delle vacanze natalizie, ha convocato i ragazzi che avevano partecipato al “Goccia d’Oro” e i rispettivi genitori per  incontrarci e  premiare i ragazzi.

E’ stata una bellissima idea di cui tutti, genitori, ragazzi, partecipanti, sono stati contenti. Ovviamente gli alunni sono stati i più contenti, non solo per il piccolo regalo ma soprattutto per aver partecipato.

Tutti i ragazzi hanno avuto il volumetto che contiene le migliori poesie; alcuni hanno avuto anche una medaglia come premio, altri ancora un attestato  di merito.  La Dirigente Scolastica ha espresso la sua soddisfazione e ha lodato i ragazzi all’inizio e ricordato ai genitori che la poesia può essere  un aiuto anche per tutte le altre materie.  I premi sono stati consegnati dalla Dirigente, con l’aiuto di professori o di  genitori presenti. 

Naturalmente i ragazzi sono usciti dalla sala dopo aver  detto a tutti   che avrebbero  partecipato    anche il  prossimo anno. Tra i migliori alunni di “Noi Centro” citiamo: Arianna Vicario e  Damiano Sbordoni per la “narrativa ragazzi”:  Federico  Vulcano per la sezione “poesia- ragazzi”.

 Per  chiarezza  migliore aggiungo  che le poesie (circa 300), sono state esaminate e classificate da persone competenti: insegnanti in  attività o in riposo,  scrittori e poeti, personaggi con diversi volumi pubblicati. Tutti hanno avuto un mese di tempo per esprimere il loro giudizio.. Ovviamente hanno dato il loro aiuto gratuitamente. Li ringraziamo ancora.

Enrico  Mattoccia

 

ROCCA MASSIMA
Concerto dell’Epifania 2016

Come ormai fa da 14 anni la nostra Associazione, in occasione della Festa dell’Epifania, ha organizzato il consueto concerto che ha chiuso le varie cerimonie relative alle Feste Natalizie. Questo omaggio canoro, che è stato offerto alla cittadinanza di Rocca Massima, è diventato una consolidata tradizione e, visto il crescente gradimento, ci auguriamo che possa continuare ancora per molto tempo.  Durante questi anni ai nostri concerti si sono esibiti diversi gruppi corali, provenienti sia dai paesi limitrofi che da quelli fuori provincia ma il “Coro Polifonico Lumina Vocis” di Cori è quello che è stato invitato più volte perché ha indubbiamente riscosso sempre un alto consenso di pubblico.

Anche quest’anno la chiesa parrocchiale  di San Michele Arcangelo era quasi piena e, visto il clima gelido che imperversava a Rocca Massima il giorno dell’Epifania (eravamo a meno sei gradi), possiamo affermare, senza ombra di dubbio, che per assistere al concerto, è stato compiuto (dai presenti) una sorta di atto “eroico”; ma  questo è stato possibile anche perché il nostro Parroco (che ringraziamo) ha fatto trovare la chiesa ben riscaldata. Come tradizione vuole, dopo il bacio al Bambinello, ha avuto inizio il concerto diretto dal bravissimo maestro Giovanni Monti; il “Lumina Vocis” ha esordito con alcuni brani tipici del periodo natalizio come: “In notte placida, Venite Adoremus, Quanno nascette Nino ecc.”. Per poi finire in crescendo con:“Tourdion, Matona mia cara, Jacinto Chiclana”.

Ammetto che non sono un appassionato di musica però, anche se con orecchio profano, ho molto apprezzato l’armonia e la bravura canora di questo Gruppo, a volte sembrava che ad accompagnarli ci fossero dei strumenti musicali. Sono rimasto veramente soddisfatto come (credo) lo siano state le persone presenti. Il gradimento per lo spettacolo si è  manifestato nel lungo applauso finale che è stato attribuito al termine del bis, che il coro ha concesso cantando magnificamente “Angel Dei”. La serata  “siberiana” è stata senz’altro mitigata dalla “ardente” performance del “Coro polifonico Lumina Vocis” di Cori che, se non altro, ha scaldato sicuramente i nostri cuori. Grazie a tutti e arrivederci al prossimo anno.

Aurelio Alessandroni

 
 
 

Associazione Culturale Mons. Centra C.F. 91056160590. Design by Diamond Style